La libreria
La Borsa del Fumetto

presenta il gioco da tavolo
“Totovoto.it: il Porcellum”.

Ancora una volta siamo gli unici che ti danno la possibilità di scegliere il candidato quando voti! Pensavamo che il Porcellum, nato come gioco e raccolta di figurine per le elezioni del 2008, si dovesse esaurire in quell'occasione. Invece no! Ringraziamo il Parlamento che ci ha concesso questa seconda opportunità per sfruttare questo gioco..Così la ricorrente chiamata alle urne per il popolo italiano diventa un passatempo anche per gli elettori e non solo per gli eletti.
Scopo del “Porcellum” è, infatti, quello di scalare la Piramide del Potere e diventare premier. All’inizio della partita ogni giocatore (in base allo schieramento del suo candidato) riceve una delle quattro possibili carte/colore che stabiliranno quando i punti/voti raccolti nel corso della partita potranno essere riscossi.
Le figurine dei candidati rappresentano i più altisonanti nomi della politica e sono state realizzate da celebri cartoonist e illustratori italiani: Giuseppe Festino, Enzo Jannuzzi e il duo Dentiblù.
Il gioco può procedere con gli stessi schieramenti già in campo nelle scorse elezioni politiche o con alleanze create ex-novo dagli stessi giocatori. Non manca il richiamo ad alcuni aspetti tradizionali delle campagne elettorali. Prima di una votazione, infatti, il giocatore può fare una Promessa elettorale per comprare il benestare degli altri votanti. I giocatori, a inizio turno, possono anche formare una Coalizione per il bene comune per favorire un altro candidato. E non mancheranno le Dichiarazioni di intenti e il Giudizio degli elettori.
Il gioco è anche movimentato dalle Carte Azione, se esce 2 o 7, e dalle Carte Situazione, se esce 5 o 10. Le Carte Situazione prevedono quattro status.
1) Porcellum: questa carta (che dà il nome al gioco) permette di compiere delle porcate per migliorare la propria situazione o per danneggiare gli avversari.
2) Ricattabile: si può essere ricattati da chi abbia pescato la Carta Azione "Ricatto!". Il giocatore può chiedere al “ricattabile” un appoggio politico per la propria candidatura. La vittima può pagare, oppure rifiutare. Il “ricattabile”, a sua volta, può chiedere il “Giudizio degli Elettori”.
3) Incarcerato: chi va in carcere perde la possibilità di tirare i dadi per salire di livello nella piramide. Alla fine di ogni turno l’incarcerato può tentare di tirare un sette. Se riesce ritorna "a piede libero" e può continuare il gioco, altrimenti può solo sperare che escano le carte adatte: indulto, rinvio a giudizio, grazia, etc.
4) Eroe Nazionale: chi pesca questa carta godrà di diversi vantaggi e immunità.
Ovviamente non potevano mancare le elezioni anticipate, che possono avvenire quando esce la carta “Elezioni Anticipate”, quando cade il governo per giustificati motivi, quando lo decide il giudice di gara o quando sono richieste da un concorrente arrivato in cima alla Piramide del Potere.
Ma non tutto procederà secondo le regole tradizionali della politica. Madama Fortuna è in agguato e sarà una delle protagoniste del “Porcellum” grazie a una moneta che riporta la frase “M’ami” su un lato e “Non M’ami” sull’altro, che rappresenta l’insindacabile giudizio degli elettori. Una fiche utilissima che permette ai candidati, se esce la scritta “M’ami”,  di superare indenni situazioni o scelte legate più alla popolarità che al merito e alla razionalità, tipo vendere il Colosseo o il Duomo di Milano, piuttosto che raddoppiare le tasse sulla benzina o superare uno scandalo finanziario. Ma se esce “Non M’ami” saranno guai.
Allo scadere del tempo vince chi è in cima alla piramide. Se nessuno è riuscito ad arrivarci, (o se c’è più di un giocatore in cima) vince chi ha più voti (figurine). In ogni caso il giudice di gara prima di assegnare la vittoria è tenuto a far rispettare tutte le promesse elettorali fatte dal candidato vincente agli altri giocatori.
Se un giocatore arriva in cima alla piramide prima della scadenza del tempo può chiedere le elezioni anticipate.